Le risorse naturali, inclusi i materiali, l’acqua, l’energia e il suolo, sono alla base del sostentamento della società e delle attività economiche. Purtroppo la rapida crescita della popolazione mondiale e della ricchezza sta portando all’esaurimento o al depauperamento di molte risorse e il modello di sviluppo basato sull’economia lineare risulta del tutto insostenibile, sia a lungo che a breve-medio termine.
È indispensabile pertanto una transizione, a livello globale, a un modello di sviluppo sostenibile, orientato all’economia circolare, ristorativa e rigenerativa, dove il consumo di risorse e la produzione di rifiuti sono ridotti al minimo per effetto della valorizzazione dei residui e scarti come materie prime secondarie.
Gli obiettivi di sviluppo sostenibile di Agenda 2030 delle Nazioni Unite promuovono questa prospettiva con l’obiettivo 12 (consumo e produzione responsabili) e anche l’Unione Europea ha adottato nel 2015 un pacchetto sull’economia circolare, comprendente uno specifico Piano di Azione.
 
Lo standard britannico BS 8001 del 2017 fornisce un quadro di riferimento pratico e un’utile guida per implementare i principi dell’economia circolare nelle organizzazioni di qualunque tipologia e dimensione. Infatti è vero che la circolarità è un concetto riferito ai sistemi economici nel loro complesso ma trova applicazione anche alle singole organizzazioni, che possono beneficiare dall’implementazione dei principi di economia circolare in molti modi:
  • vantaggi economici derivanti da valorizzazione dei prodotti di scarto/residui e utilizzo di materie prime secondarie;
  • possibilità di proporre nuovi prodotti/servizi;
  • miglioramento dei rapporti con fornitori e altre organizzazioni;
  • attrattività di capitale;
  • differenziazione positiva rispetto ai concorrenti;
  • aumento dei gradimento da parte dei clienti attenti all’ambiente.
 
La norma BS 8001, che è una guida e non fornisce requisiti pensati per una certificazione, stabilisce in modo chiaro e pratico:
  • che cosa è l’economia circolare e i motivi per i quali l’adozione di pratiche orientate all’economia circolare risulta benefico e importante per una organizzazione, sia nel breve che in prospettiva futura;
  • come implementare i principi dell’economia circolare all’interno di una organizzazionecon l’obiettivo di creare valore attraverso processi, prodotti e servizi e innovazione a livello di modello di business.
 
NIER Ingegneria è a disposizione delle Organizzazioni per supportarle nell’adozione di principi e pratiche di economia circolare seguendo la guida della norma BS 8001:2017.
I servizi offerti riguardano:
  • Svolgimento di GAP ANALYSIS per verificare il grado di adesione a politiche e misure di economia circolare e identificare le aree di miglioramento e di possibile sviluppo.
  • Supporto nell’identificazione, valutazione e implementazione di misure di circolarità.
  • Integrazione del processo di miglioramento continuo in ottica di economica circolare ai sistemi di gestione già implementati (ISO 9001, ISO 14001/EMAS, ecc.).
  • Integrazione con le politiche e misure aziendali riguardanti gli ‘acquisti sostenibili’.
 
Per maggiori approfondimenti e per informazioni contattateci a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E necessario abilitare JavaScript per vederlo.