Scopri WAPPING - Your Workplace Mapping →

Adattamento ai cambiamenti climatici nel Comune di Cervia: il progetto ADRIADAPT

SERVIZIO MERCATO CLIENTE Comune di Cervia ANNO 2020 - 2021 in corso

Brief cliente

Supporto tecnico-scientifico al Comune di Cervia per la progettazione e realizzazione di attività inerenti all’adattamento ai cambiamenti climatici, nell’abito del progetto ADRIADAPT: A resilience information platform for Adriatic cities and towns del programma INTERREG ITALIA-CROAZIA.

Sfide di progetto

Individuare possibili strategie di adattamento per un territorio costiero estremamente eterogeneo, caratterizzato da tre ambienti peculiari interconnessi (salina, pineta e mare) e soggetto a pericoli climatici importanti quali innalzamento del livello del mare, precipitazioni intense, ondate di calore.

Soluzione

Coerentemente con le risultanze dell’analisi di vulnerabilità ai cambiamenti climatici del Comune di Cervia – eseguita come attività per il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) – sono stati eseguiti approfondimenti verticali sulle seguenti tematiche:

  • isole di calore urbane;
  • erosione della costa;
  • salinizzazione delle acque sotterranee.

Per valutare la portata di rischio e il grado di vulnerabilità del Comune di Cervia a possibili eventi ambientali legati al cambiamento climatico – relativi a scenari attuali e a proiezioni future -, nel corso del 2021 sono state condotte 2 simulazioni di allagamento: una relativa ad allagamento da costa ed una legata ad attività pluviale intensa.

Fasi di esecuzione

FASE 1

Analisi mesoclimatica: mappatura climatica del territorio mediante installazione di n. 6 stazioni di misura temporanee e n.1 stazione permanente, dislocate secondo una logica spaziale specifica per il comune di Cervia.

FASE 2

Analisi microclimatica: misurazioni mobili mediante “microclimametro”, strumento innovativo sviluppato dal Laboratoire, Energie, Environnement, Architecture (LEEA) della Haute École du Paysage, d’Ingénierie et d’Architecture (HEPIA) di Ginevra, mirate a delineare la firma climatica urbana, cioè il profilo climatico e il benessere percepito a “livello pedone”.

FASE 3

Installazione di un piezometro per il monitoraggio idrogeologico di ingressione del cuneo salino, e campagna di monitoraggio periodico mediante immersione di una sonda multiparametrica.

FASE 4

Svolgimento di 2 simulazioni di allagamento: una relativa ad allagamento da costa ed una legata ad attività pluviale intensa.

FASE 5

Analisi di fattibilità per la ricostituzione del cordone dunoso naturale nel tratto antistante la ex Colonia Varese, al fine di innalzare la resilienza costiera ai fenomeni erosivi acuiti dall’elevata antropizzazione del litorale cervese.

FASE 6

Aggiornamento e revisione del PAESC del Comune di Cervia.

Risultati ottenuti

  • Individuazione e analisi dei principali punti di stress climatico percepito nelle diverse zone della città, in relazione ai corrispondenti elementi urbanistici, di materialità e di vegetazione, per la pianificazione di interventi di adattamento mirati per il miglioramento del livello di comfort globale per gli utilizzatori dello spazio urbano.
  • Determinazione dei livelli di vulnerabilità nelle diverse aree del territorio rispetto al fenomeno delle ondate di calore, mediante l’identificazione delle rispettive “firme termiche”.
  • Mappatura del trend di salinizzazione delle acque sotterranee.
  • Progetto pilota di ricostituzione di un tratto della duna naturale.
  • Le proiezioni e risultanze derivate dalle simulazioni di allagamento svolte, potranno essere utilizzate per valutare il rischio sia della situazione attuale, sia in fase di valutazioni ex ante di progetti urbani di qualsiasi natura.

Iscriviti alla Newsletter .