Il settore Ambiente di NIER Ingegneria in Associazione Temporanea d'Impresa con LCA-lab ha elaborato, per conto e in collaborazione con ANAS S.p.A. Compartimento della viabilità per la Lombardia, la Dichiarazione Ambientale di Prodotto (Environmental Product Declaration - EPD) relativa al ponte sul fiume Po, lungo la Strada Statale n. 9 “Via Emilia”, tra San Rocco al Porto (LO) e Piacenza.

Il percorso di elaborazione del documento EPD si é concluso ad aprile 2015 con il conseguimento della convalida dello stesso da parte di Ente terzo accreditato (Certiquality) e con la successiva pubblicazione dell’EPD sul sito dell’International EPD® System.

Il Ponte sul Po è la prima opera effettivamente realizzata ed in esercizio ad avere ottenuto, in campo internazionale, la Dichiarazione Ambientale di Prodotto EPD per la categoria ponti stradali.


 

Con riferimento a tale importante risultato ANAS ha ottenuto una menzione speciale al primo Premio per la Sostenibilità delle Opere nell'ambito di Inertia 2015, l’evento specializzato sui rifiuti inerti e gli aggregati naturali, riciclati e artificiali che si è tenuto alla Fiera di Ferrara a fine settembre 2015.

La Dichiarazione Ambientale di Prodotto, si ricorda, è un documento con il quale si comunicano informazioni oggettive, confrontabili e credibili relative alla prestazione ambientale di prodotti e servizi. In tale documento sono identificati e quantificati in maniera chiara e trasparente gli impatti che l’opera ha determinato sull’ambiente nel suo intero ciclo di vita ossia a partire dall’estrazione delle materie prime per produrre ogni singolo materiale sino alle fasi di costruzione, esercizio e manutenzione dell’opera stessa.

La dichiarazione EPD relativa al ponte sul fiume Po lungo la SS9 é stata elaborata sulla base di uno studio di analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment - LCA) dell’opera attraverso cui sono stati acquisiti ed elaborati tutti i dati significativi relativi alle varie fasi di vita del ponte quali ad esempio:

  • la composizione dei singoli materiali e dei manufatti impiegati;
  • la quantità di energia elettrica e di acqua impiegata per la costruzione;
  • la quantità di rifiuti e scarti prodotti ecc.

L’elaborazione di tali dati, in accordo alle norme tecniche di riferimento, ha consentito di valutare e misurare una serie di parametri prestazionali ambientali relativi all’opera, lungo l’intero ciclo di vita, quali ad esempio:

  • emissioni di gas ad effetto serra;
  • formazione di ossidanti fotochimici;
  • emissione di composti acidificanti ed eutrofizzanti in acqua e suolo;
  • produzione di rifiuti,
  • consumo di acqua;
  • consumo di risorse materiali, quali inerti, ferro, ecc.
  • consumo di energia.

Nello studio sono quantificati gli impatti ambientali nelle varie fasi di vita dell’opera (es. materiali approvvigionati, trasporto sul sito, costruzione, manutenzione).

L’elaborazione e la convalida della Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD) relativa al ponte sul fiume Po ha rappresentato per ANAS un progetto pilota nell’ambito dell’implementazione di strumenti per la misura e la valutazione delle prestazioni ambientali e, in ultima analisi, della sostenibilità ambientale delle infrastrutture stradali, in linea con gli indirizzi della propria Politica Ambientale.