La prevenzione incendi spegne i rischi di un importante archivio cartaceo

SERVIZIO MERCATO CLIENTE Importante player italiano leader per le attività di facility management e permitting immobiliare ANNO 2020 / 2021

Brief cliente

Progetto di prevenzione incendi per la nuova realizzazione di un archivio cartaceo meccanizzato con uffici e sala convegni alto 22m e lungo 55m per una superficie complessiva di circa 2600 mq, contenente un quantitativo di materiale cartaceo stimato di circa 12.000 MJ/mq

Sfide di progetto

La sfida principale è stata quella di riuscire a progettare un’idonea soluzione in grado di soddisfare i requisiti tecnici di prevenzione incendi, nello specifico le soluzioni ricercate devono essere in grado di fronteggiare un eventuale incendio di un magazzino automatizzato alto 22m e lungo 55m per una superficie complessiva di circa 2600 mq, contenente un quantitativo di materiale cartaceo stimato di circa 12.000 MJ/mq. Inoltre, l’aggravio di rischio è legato alla presenza di edifici limitrofi e alla localizzazione di uffici e di una sala convegni all’interno dell’archivio stesso.

 

 

Soluzione

La pregressa esperienza nella progettazione antincendio ci ha permesso di studiare una soluzione alternativa e innovativa capace di soddisfare i requisiti di sicurezza antincendio richiesti dal codice di prevenzione incendi.

Nello specifico si è proceduto alla scelta di una particolare e innovativa tipologia strutturale di magazzino automatico, tale per cui in caso di incendio la struttura stessa del magazzino automatizzato possa implodere su se stessa e dunque non arrecare danni alle strutture circostanti.

Dopo questa scelta progettuale è diventato di fondamentale importanza realizzare uno studio dell’esodo e del coordinamento delle figure dell’emergenza nella fasi di allarme ed evacuazione in caso di incendio, nonché del SGSA (Sistema di Gestione della Sicurezza Antincendio) in esercizio e in emergenza.

L’archivio automatizzato e tutti i locali circostanti (uffici, sala convegni, etc..) sono stati infatti dotati di un impianto di rivelazione e allarme, che in caso di attivazione segnalerà l’imminente evacuazione dei locali mediante l’attivazione di istruzioni vocali.

Nelle zone di lavorazione con carico di incendio non trascurabile e confinanti con l’archivio meccanizzato, come ad esempio le Baie di carico e il magazzino temporaneo, è stata adottata una soluzione conforme al codice di prevenzione incendi, che ha previsto l’installazione di un sistema automatico di spegnimento del tipo “water mist”, il quale consente in brevissimo tempo di spegnere l’eventuale principio di incendio nelle aree di lavoro descritte.

La scelta della tipologia del sistema automatico di inibizione dell’incendio è stata effettuata sulla base della valutazione del rischio incendio dell’attività, dei singoli compartimenti ed in relazione all’efficacia della protezione e della sicurezza degli occupanti.

La scelta della soluzione strutturale innovativa, applicata all’archivio meccanizzato e coordinata alla gestione della sicurezza antincendio, ha consentito al progettista di focalizzare l’attenzione della progettazione sull’effettiva necessità richiesta dal codice di prevenzione incendi, nonché la sicurezza degli occupanti.

All’interno del magazzino automatizzato sarebbe stata necessariamente richiesta l’installazione di un sistema automatico di inibizione dell’incendio di vaste dimensioni, nello specifico un impianto di spegnimento a gas; il che si traduce in un notevole risparmio sia in termini economici che di manutenzione dell’impianto stesso, oltre alle conseguenti problematiche legate allo stoccaggio di un enorme quantitativo di gas in bombole, necessarie per lo spegnimento di una struttura di così vaste dimensioni quale è l’archivio in questione.

 

 

Fasi di esecuzione

FASE 1

Abbiamo messo in campo un coordinamento interno del team e fatto emergere l’esperienza pregressa dei tecnici NIER. La combinazione di questi aspetti ha permesso di trovare la soluzione vincente nello specifico ambito.

FASE 2

Applichiamo la soluzione progettuale finale applicata all’archivio per la realizzazione dell’opera stessa. La scelta progettuale ha consentito un contenimento dei costi senza incidere sulla sicurezza degli occupanti.

 

FASE 3

I risultati ottenuti hanno permesso di ottenere l’autorizzazione alla costruzione dell’opera stessa e il soddisfacimento della committenza.

 

Risultati ottenuti

  • I risultati ottenuti hanno permesso di ottenere l’autorizzazione alla costruzione dell’opera stessa e il soddisfacimento della committenza;
  • Miglioramento richieste/necessità cliente per allineamenti di coordinamento periodici;
  • Rafforzamento delle competenze specifiche di ogni componente del team NIER.

 

Iscriviti alla Newsletter .