Scopri WAPPING - Your Workplace Mapping →

Servizi professionali per il Trasporto di Merci Pericolose via ferrovia (RID)

SERVIZIO MERCATO CLIENTE Azienda leader nel settore petrolchimico ANNO 2020 - In corso

Brief cliente

Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose e Tecnico dei controlli di sicurezza dei treni.

L’ambito di applicazione del progetto comprende la normativa applicabile al trasporto merci pericolose via Ferrovia, ovvero:

  • RID: “Regolamento concernente il trasporto internazionale per ferrovia di merci pericolose via Ferrovia”;
  • Decreto Ministero dell’ambiente 20 ottobre 1998: “Misure di sicurezza per gli scali merci terminali di ferrovia non ricompresi nel campo di applicazione del decreto ministeriale 5 novembre 1997”;
  • Circolare Ministeriale 59 del 23/11/2017: “Rafforzamento del presidio della sicurezza in materia di trasporto per ferrovia di merci pericolose per i gas della classe 2 e per le materie presentate al trasporto allo stato liquido delle classi 3, 4.1, 4.2, 4.3, 5.1., 5.2, 6.1, 6.2, 8 e 9, in carri-cisterna, cisterne mobili, container-cisterna o casse mobili cisterna (tank-container)”
  • IRS 40471-3: Verifiche da effettuare per il trasporto di Merci Pericolose
  • Lgs. 27 gennaio 2010, n. 35: “Attuazione della direttiva 2008/68/CE, relativa al trasporto interno di merci pericolose”
  • Decreto 22 maggio 2018: Attuazione della direttiva n. 238 dell’8 maggio 2018, recante: “Disposizioni in materia di trasporto per ferrovia di merci pericolose di cui al RID, allegato II della direttiva 2008/68/CE relativa al trasporto interno di merci pericolose, recepita con il decreto legislativo 27 gennaio 2010 n. 35”

Sfide di progetto

  • Specializzare un team di consulenti per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose specifico per il trasporto via ferrovia ai sensi del RID;
  • Comporre e organizzare un team di esperti tecnici in materia di controlli di sicurezza dei treni trasportanti merci pericolose ai sensi del RID, al fine di fornire un supporto uniforme e continuativo a tutti i siti nei quali si svolgono gli incarichi;
  • Garantire un servizio continuativo su scala nazionale.

Soluzione

Il team di NIER è composto da tecnici in possesso dei requisiti e del certificato RID di cui all’articolo 11 comma 13 del D. Lgs. 27 gennaio 2010, n. 35. Per gli “esperti tecnici in materia di controlli di sicurezza dei treni”, è stato selezionato personale di provata capacità ed esperienza in funzione dei requisiti richiesti dal cliente.

Fasi di esecuzione

FASE 1

CONSULENZA ADR / RID PER LA SICUREZZA DEI TRASPORTI DI MERCI PERICOLOSE

Le prestazioni fornite dal Consulente sono le seguenti:

  • verificare l’osservanza da parte del cliente delle disposizioni in materia di trasporto di merci pericolose;
  • entro 60 giorni dalla nomina, verificate le prassi e le procedure concernenti le attività del cliente, redigere una relazione nella quale indica le eventuali modifiche procedurali o strutturali necessarie per l’osservanza delle norme in materia di trasporto di merci pericolose;
  • redigere annualmente una relazione, e comunque ogni qualvolta intervengano eventi modificativi delle prassi e procedure poste alla base della relazione stessa o delle norme in materia di trasporto di merci pericolose, sulle attività dell’impresa per quanto concerne il trasporto di merci pericolose, che deve essere consegnata all’Amministratore delegato, conservata dall’Impresa per 5 anni e, su richiesta, messa a disposizione delle autorità;
  • nel caso in cui, nel corso di un trasporto di merci pericolose, si sia verificato un incidente che abbia procurato danno a persone, beni o ambiente, provvedere all’analisi e, dopo aver raccolto tutte le informazioni utili, alla redazione di una relazione di incidente e trasmetterla all’Amministratore delegato entro 30 giorni dal verificarsi dell’incidente medesimo; tale relazione deve analizzare le cause dell’incidente e avanzare proposte finalizzate a prevenire incidenti simili;
  • verificare l’applicazione di procedure d’emergenza adeguate agli eventuali incidenti o eventi imprevisti che possano pregiudicare la sicurezza durante il trasporto di merci pericolose;
  • verificare le procedure volte a far rispettare le prescrizioni relative all’identificazione delle merci pericolose trasportate e curarne la relativa revisione ed aggiornamento;
  • redigere, su richiesta del cliente, le schede di classificazione delle merci pericolose destinate al trasporto, compresi i rifiuti indicando anche definizione delle modalità di imballaggio, etichettatura e trasporto;
  • classificazione di rifiuti pericolosi;
  • effettuare attività formativa al personale in merito al trasporto di merci pericolose, in funzione delle mansioni del personale;
  • effettuare Audit periodici;
  • verificare l’attuazione di misure appropriate per evitare il ripetersi d’incidenti, eventi imprevisti o infrazioni gravi;
  • verificare le procedure di verifica delle attrezzature utilizzate per il trasporto di merci pericolose;
  • verificare che il personale incaricato del trasporto di merci pericolose sia in possesso delle procedure operative ed istruzioni dettagliate necessarie;
  • verificare l’esistenza del piano di security previsto al 1.10.3.2 del RID.
FASE 2

TECNICO DEI CONTROLLI DI SICUREZZA DEI TRENI

Le prestazioni fornite dal Tecnico sono le seguenti:

  • supporto al personale per la predisposizione della check list ministeriale prevista dalla Circolare Ministeriale 59 del 23/11/2017, di supporto durante i controlli sulle cisterne, che prevedono i seguenti controlli;
  • verifiche approfondite di idoneità dei mezzi (carri ferroviari) interessati dal trasporto di merci pericolose, quali:
    • Ferro-cisterne
    • tank container (cassa mobile cisterna)
    • casse mobili
    • container-cisterna
    • cisterne mobili
    • cisterne fisse
    • cisterne smontabili
  • controlli sul carico in termini di assenza di perdite di prodotto o di fessure sui contenitori, corretto imballaggio, etichettatura e posizionamento;
  • controlli sul materiale rotabile, volti ad assicurare la correttezza del trasporto e il rispetto dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa vigente;
  • controlli in merito alla corretta applicazione di quanto indicato dai “Safety Alert” emessi dall’Autorità Ferroviaria preposta alla sicurezza (ANSF) con impatto sul trasporto di merci pericolose;
  • corretta applicazione delle misure previste dai Piani di Security.

Risultati ottenuti

Il principale risultato raggiunto consiste nella fidelizzazione del cliente tramite il perseguimento degli obiettivi richiesti e supportando l’azienda durante le ispezioni degli organi di vigilanza, mantenendo sempre un’alta professionalità.

Iscriviti alla Newsletter .