Scopri WAPPING - Your Workplace Mapping →

Diagnosi energetica in ambito terziario per primaria azienda della GDO

SERVIZIO MERCATO CLIENTE Primaria azienda della Grande Distribuzione Organizzata ANNO 2016

Brief cliente

Adempiere all’obbligo di diagnosi energetica previsto dal D.lgs 102/2014 per grandi imprese e imprese energivore nell’ambito di un Sistema di Gestione dell’Energia certificato ISO 50001.

Sfide di progetto

Impostazione di un modello di diagnosi energetica facilmente aggiornabile, replicabile su tutti i punti vendita ricadenti nel perimetro del Sistema di Gestione dell’Energia aziendale, in grado di garantire, al contempo, la rispondenza delle informazioni rispetto allo stato effettivo dei siti e la conformità agli obblighi legislativi esistenti.

Soluzione

E’ stato definito uno schema di diagnosi “flessibile”, ovvero un corpo descrittivo standard più una serie di allegati tecnici contenenti:

  1. Descrizione della consistenza impiantistica
  2. Bilanci energetici
  3. Schede intervento.

Tale struttura consente al cliente un aggiornamento autonomo della diagnosi in caso di modifiche circoscritte al sistema energetico di un punto vendita.

Fasi di esecuzione

FASE 1

Incontro preliminare per condividere le esigenze del Cliente in termini di conformità ai requisiti legislativi (D.lgs 102/2014) e di integrazione nel Sistema di Gestione dell’Energia ISO 50001.

FASE 2

Selezione di n.3 siti pilota su cui impostare il modello di diagnosi energetica.

FASE 3

Raccolta dati relativi a:

  • caratteristiche di impianti/attrezzature energivori;
  • descrizione dei flussi energetici aziendali;
  • consumi mensili di energia elettrica e gas metano dei tre anni precedenti (dati di fatturazione e rilievi da sistemi di monitoraggio esistenti);
  • produzioni di energia mensili da impianti a fonti rinnovabili.
FASE 4

Sopralluoghi tecnici di dettaglio per il rilievo della consistenza impiantistica presente mediante censimento delle singole utenze elettriche e termiche.

FASE 5

Modellazioni elettriche e termiche di sito, e calibrazione dei modelli sulla base dei dati di consumo effettivo, per l’individuazione delle aree energeticamente più significative.

FASE 6

Calcolo degli indicatori di prestazione energetica previsti dal Sistema di Gestione dell’Energia aziendale.

FASE 7

Sviluppo dello schema di diagnosi “flessibile” (corpo descrittivo standard più n. 3 allegati tecnici).

FASE 8

Redazione delle diagnosi energetiche, con individuazione e schedatura dei possibili interventi di efficientamento energetico e loro fattibilità.

Risultati ottenuti

Definizione di un processo sistematico di analisi energetica dei punti vendita, agevole da aggiornare anche da parte dei tecnici dell’Energy Management e/o dei Responsabili interni di manutenzione; integrazione del processo nelle procedure del Sistema di Gestione dell’Energia.

Iscriviti alla Newsletter .