Scopri WAPPING - Your Workplace Mapping →

Consulenza sostanze pericolose

Regolamenti REACH e CLP

Il Regolamento CLP (dall’acronimo di Classification, Labelling and Packaging) riguarda sia le sostanze chimiche sia le miscele (inclusi i biocidi e gli antiparassitari) ed introduce cambiamenti di rilievo in relazione alla classificazione di sostanze e miscele, e le conseguenti riformulazioni delle etichette di pericolo e aggiornamento delle Schede di Dati Sicurezza (SDS).

Si basa sul sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) delle Nazioni Unite e ha lo scopo di garantire un elevato livello di protezione della salute e dell’ambiente, nonché la libera circolazione di sostanze, miscele e articoli.

Il CLP ha modificato la direttiva sulle sostanze pericolose (67/548/CEE (DSD)), la direttiva sui preparati pericolosi (1999/45/CE (DPD)) e il regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) e, a partire dal 1° giugno 2015, è l’unica norma in vigore nell’UE per la classificazione ed etichettatura delle sostanze e delle miscele.

Il Regolamento REACH (dall’acronimo “Registration, Evaluation, Authorization of Chemicals”) ha l’obiettivo di assicurare un elevato livello di protezione della salute umana e dell’ambiente attraverso il miglioramento della conoscenza dei pericoli e dei rischi derivanti dai prodotti chimici e la promozione di metodi alternativi per la valutazione dei pericoli che le sostanze comportano, rafforzando nel contempo la libera circolazione di sostanze nel mercato interno, la competitività e le capacità innovative dell’industria chimica europea.

È importante evidenziare che il REACH si applica a tutte le sostanze chimiche: non solo a quelle utilizzate nei processi industriali, quindi, ma anche a quelle che vengono adoperate quotidianamente, ad esempio nei detergenti o nelle vernici, e quelle presenti in articoli come gli abiti, i mobili e gli elettrodomestici. Tale regolamento, quindi, interessa, a vario livello, la gran parte delle aziende europee (dall’industria chimica alla grande distribuzione alla piccola realtà artigiana).

Il REACH costituisce la più grande ed importante regolamentazione sulle sostanze chimiche in Europa, ed introduce un sistema integrato che si basa su quattro elementi fondamentali: la registrazione, la valutazione, l’autorizzazione e le restrizioni.

A CHI INTERESSANO I REGOLAMENTI REACH & CLP?

Il Regolamento REACH riguarda le aziende che possono ricoprire i seguenti ruoli:

  • Fabbricante; azienda che produce/fabbrica sostanze chimiche per uso interno o a scopo di forniture esterne (anche in caso di esportazione), che dovrà assumersi importanti responsabilità ai sensi del regolamento REACH.
  • Importatore: azienda che acquista beni (sostanze o articoli in cui queste sono contenute) al di fuori dell’UE o del SEE, che dovrà assumersi alcune responsabilità ai sensi del regolamento REACH. Gli articoli interessati possono essere singole sostanze chimiche, miscele destinate alla rivendita o prodotti finiti, ad esempio abiti, mobili o articoli in plastica.
  • Utilizzatore a valle: la maggior parte delle aziende usa sostanze chimiche, a volte senza rendersene conto, per cui è opportuno controllare i propri obblighi nel caso in cui l’attività industriale o professionale implichi la manipolazione di sostanze chimiche, in quanto è possibile che il regolamento REACH imponga l’assunzione di precise responsabilità. Tra gli utilizzatori a valle rientrano anche le figure dell’utilizzatore finale, dei distributori compresi i rivenditori al dettaglio che si limitano ad immagazzinare ed a immettere sul mercato una sostanza o una miscela ai fini della sua vendita, e le imprese di stoccaggio che si limitano ad immagazzinare sostanze o miscele per conto terzi.

Il Regolamento CLP, oltre a tutti i soggetti coinvolti nell’applicazione del REACH, riguarda anche tutti i consumatori in quanto incide in maniera diretta sull’etichettatura delle sostanze e delle miscele contenenti sostanze chimiche pericolose.

SERVIZI PROPOSTI DA NIER INGEGNERIA

NIER ingegneria offre assistenza alle aziende nella gestione delle problematiche connesse alla produzione, utilizzo e presenza delle sostanze e miscele pericolose compresi i rifiuti, attraverso la seguente offerta di supporto tecnico:

  • Attività di verifica della conformità legislativa ai Regolamenti CLP e REACH, in funzione del ruolo ricoperto e delle attività svolte dall’azienda all’interno della catena di approvvigionamento;
  • Redazione, verifica e controllo delle Schede di Sicurezza ai sensi dei Regolamenti CLP e REACH;
  • Attività di consulenza sulla corretta classificazione delle sostanze e miscele pericolose, ai sensi del Regolamento CLP;
  • Supporto alla registrazione di sostanze e miscele pericolose ai sensi del Regolamento REACH;
  • Aggiornamento normativo periodico: novità e scadenze (es. codice UFI);
  • Attività di verifica e controllo imballaggi ed etichettatura (pittogrammi di pericolo);
  • CLP e Normativa Seveso;
  • CLP, ADR e Rifiuti Pericolosi;
  • Formazione e informazione rivolta agli RSPP/ASPP, HSE Manager, gestori di impianto, responsabili di funzione, tecnici e lavoratori su:
    • applicazione dei Regolamenti CLP e REACH.
    • impatti dei Regolamenti REACH e  CLP sul controllo, manipolazione e utilizzo delle sostanze/miscele pericolose
    • indicazioni sulle nuove Schede di Dati di Sicurezza (SDS)
    • applicazione del regolamento REACH nell’ambito del D.Lgs. 81/2008 – Titolo IX
    • Applicazione dei regolamenti REACH e CLP alla normativa Seveso.

CASE HISTORIES:

STRUMENTO PER LA GESTIONE DELLE SCHEDE DI SICUREZZA PER AZIENDA DEL SETTORE ALIMENTARE

Iscriviti alla Newsletter .